Depilazione intima: sì o no?

È arrivata l’estate, la stagione collegata all’energia vitale, al fuoco, alla luce.

Il momento più caldo ed avvolgente dell’anno, con la sua intensa sensualità.

Ricordo che fin da bambina, dopo i miei tre mesi di vacanza in Puglia, regione d’origine materna, prima di rientrare a casa, a settembre, adoravo fare scorta di belle e potenti immagini, che mi venivano offerte gratis dalla natura, perché potessero continuare a vivere ridendo dentro di me.

Un po’ come gli animali che fanno scorta di cibo, prima di entrare il letargo.

Le immagini fanno vivere il nostro fisico e la nostra anima, gettando piccoli semi che germogliano e donano pian piano origine alla pianta che siamo. La piantina va accudita, nutrita ed ascoltata per far si che riesca a cogliere i segnali di trasformazione.

Osservate bene…cosa ci dona la natura in questo magnifico angolo di mondo: l’immagine del Monte di Venere, ovvero una parte delicata ed importante dei genitali esterni femminili.

È un deposito arrotondato di tessuto adiposo situato nella zona pubica, che durante la pubertà si ricopre di peli e con il calo degli estrogeni, in menopausa, si appiattisce.

Spesso le donne che seguo mi chiedono se possono effettuare la depilazione totale, perché la reputano più igienica.

Un accurato studio della Boston University, ci sottolinea che è una scorretta abitudine che espone al rischio di micro-abrasioni e lesioni di quest’area particolarmente delicata.

I dati hanno evidenziato come chi depila il Monte di Venere ed i genitali esterni, ha un rischio del 74% in più di andare incontro ad infiammazione e dolore cronico della regione vulvare (vulvodinia), rispetto a chi rimuove i peli delimitando l’area degli slip, ovvero, come dico io” mette in ordine” la vulva, rimuovendo solo i peli in eccesso, che spuntano dallo slip!

Questa immagine richiama la bellezza, l’amore e la fertilità della donna, come il nome di questa formazione anatomica.

BIBLIOGRAFIA:
  • Monte di Venere: da Wikipedia
  • Exploring hygienic behaviors and vulvodynia. J. Low Genit Tract Dis. 2019 Jul; 23 (3): 220-225. doi: 10. 1097/0000000000000477
 Dott.ssa Laura Coda

Dott.ssa Laura Coda

Esperta in rieducazione del pavimento pelvico, vulvodinia, vestibolite e idrocolonterapia.

Post correlati