L’importanza della riabilitazione del pavimento pelvico.

Con il termine riabilitazione, indichiamo il restituire abilità.

Il suffisso “ri” significa che quell’abilità esisteva prima di un dato evento e che verrà recuperata attraverso la terapia.

Le abilità e le funzioni recuperate con la fisioterapia e la riabilitazione del pavimento pelvico sono molte, come ad esempio: la funzione urinaria, quella ano-rettale e sessuale, l’abilità di mantenere in posizione gli organi pelvici.

La fisioterapia e la riabilitazione utilizzano, quindi, l’apprendimento e l’allenamento dei muscoli del pavimento pelvico per risolvere, migliorare e prevenire, i sintomi dell’area genito-urinaria-anale e pelvi-perineale.

Per allenamento si intende non solo il rinforzo, ma anche il rilassamento e la coordinazione muscolare, attraverso specifiche tecniche, strumenti e modalità, disponibili in ambito fisioterapico e riabilitativo, che non causano dolore.

Le donne che soffrono di dolore pelvico cronico (come ad esempio la Vulvodinia), o affette da prolasso degli organi pelvici, talvolta non riescono a svolgere attività normali quali il camminare o lo stare sedute a causa di un peggioramento dei sintomi di cui soffrono.

Inoltre, può capitare che alcune donne con dolore pelvico cronico si sentano affaticate e avvertano un basso livello di attenzione.

Questo avviene a causa di cambiamenti cerebrali che possono alterare il corretto funzionamento di questa zona.

Donne, invece, che soffrono di incontinenza urinaria e/o fecale, possono avere ripercussioni a livello sociale e relazionale che portano, a lungo andare, a imbarazzo e frustrazione, oltre che, in molti casi, a un sonno disturbato.

Tutti possono imparare a muovere i muscoli del pavimento pelvico, a meno che non ci siano lesioni al midollo spinale o al cervello.

È fondamentale che ci sia però collaborazione attiva, desiderio e volontà da parte della persona.

BIBLIOGRAFIA:
  • Lamers BHC (2007): Medium-term efficacy of pelvic floor muscle training for female urinary incontinence in daily practice.
  • Patrick DL (1999): Quality of life of women with urinary incontinence: futther development of the incontinence quality of life instrument.
  • Barber MD (2005): Short forms of two condition-specific quality-of-life questionnaires for women with pelvic floor disorders.
  • Mahony RT (2004): Randomized clinical trial of intra-anal electromyographic biofeedback physiotherapy whith intra-anal electromyographic biofeedback augmented with electrical stimulation of the anal sphincter in the early treatment of postpartum fecal incontinence.
  • OMS: Classificazione Internazionale del Funzionamento, delle Disabilità e della Salute

 

 Dott.ssa Laura Coda

Dott.ssa Laura Coda

Esperta in rieducazione del pavimento pelvico, vulvodinia, vestibolite e idrocolonterapia.

Post correlati