Storia di una donna con endometriosi

Alba mi racconta con un fil di voce la sua straziante storia, tutta raggomitolata su sé stessa.

Sta male da dieci anni, dopo la nascita dei suoi due bambini.

Prima percepiva dolore a livello pelvico solo durante le mestruazioni, mentre ora è diventato così forte che alcune volte non riesce neanche a recarsi al lavoro e a svolgere le sue attività quotidiane.

Mi chiede in continuazione se le credo, anche perché tutti gli esami eseguiti sono negativi (ecografia ginecologica e addominale, risonanza, laparoscopia).

I rapporti sessuali ormai da un anno sono impossibili e le portano forte bruciore a livello vaginale e cistiti il giorno dopo.

L’ultima ecografia ha rilevato piccole lesioni di endometriosi che causano dolore mestruale.

Questa malattia crea un’infiammazione che si propaga a macchia d’olio, altera i tessuti e causa un dolore crescente con il passare del tempo. Inoltre, non colpisce solo a livello fisico, ma anche a livello psicologico poiché causa tristezza, confusione e angoscia.

Ha bisogno di un team che l’assista, oltre alla mia parte riabilitativa, in quanto una parte del dolore è sicuramente alimentata dalla contrattura dei muscoli del pavimento pelvico che circondano l’ano, la vagina e l’uretra, il tubicino da cui esce l’urina.

L’alterazione della muscolatura contribuisce al dolore durante la penetrazione e alle successive cistiti.

Rilassando i muscoli, anche con piccoli esercizi a domicilio, togliamo un’altra causa di dolore e aumentiamo sempre di più la percezione di quest’area che le mette tanta paura, così da riprendere gradualmente i rapporti con il suo compagno.

Ce la possiamo fare, con il giusto team, pronte per una seconda vita!

 Dott.ssa Laura Coda

Dott.ssa Laura Coda

Esperta in rieducazione del pavimento pelvico, vulvodinia, vestibolite e idrocolonterapia.

Post correlati